5 gentili utenti hanno commentato

in esclusiva per voi i novissimi ritrovati americani della rigattiera nera:
i feed rss per i commenti a questo articolo e l'incredibile trackback url
User Gravatar
Mario Pe(l)lacani ha detto il 22 maggio 2010 alle 12:46

Lucifera Rigattiera (nel senso di Colei che reca la luce),
ho ora cosi’ tanti timori nel mettermi ai fornelli che per non sbagliare scongelero’ un sempre ottimo coniglio disossato porchettato, sublime prodotto a base di carne di coniglio americano “Padrea Antonio”.

User Gravatar
m.fisk ha detto il 24 maggio 2010 alle 09:36

D’ora in avanti voglio pronunciare la parola «bettoliera» almeno due volte al giorno!

User Gravatar
rigattiera nera ha detto il 26 maggio 2010 alle 00:56

Signor Mario, le sue mille e una risorsa non finiscono mai di stupirci… ma ha mai pensato di produrre le sue celebri polpette nella versione con carne di coniglio “Padre Antonio”? Da Gran Premio Internazionale!

Signor m.fisk, ciò le fa grande onore. sta riuscendo nella nobile impresa?

User Gravatar
m.fisk ha detto il 26 maggio 2010 alle 14:46

ahimè, oggi non ne ho ancora profferito alcuno

User Gravatar
Mario Pe(l)lacani ha detto il 26 maggio 2010 alle 18:28

Postmonitrice Rigattiera,
come crede che abbia riportato un entusiasmante trionfo al primo torneo di polpette se non usando le squisite carni (e il fegato!) di un coniglio “Padre Antonio”.
A Lei va ovviamente tutta la mia riconoscenza per avermele fatte conoscere.

i vostri commenti

 nome (obbligatorio)

 indirizzo di posta elettronica (non sarà pubblicato)

 sito internet (facoltativo)